Il comizio stanca

April 1, 2008

Non sono solo le foto di Oliviero Toscani a stupire. Talvolta lo sono anche le sue parole e quando, ieri sera a “Niente di personale” su La7, ha dichiarato che – lui, elettore radicale da sempre – non andrà a votare nello studio s’è creato un attimo di silenzio, poi è partito addirittura un applauso. Se qualcuno dice che queste elezioni non entusiasmano, che il dibattito fa sonnecchiare, scoppia l’applauso. A 40 anni dal “tutto è politica” gridato nelle strade dai manifestanti del ’68, la politica annoia, anche se in scena c’è uno scontro elettorale fuori ordinanza.

Non deve stupire quindi se domenica il numero 2 del Pdl Gianfranco Fini ha licenziato in tronco i vertici siciliani del suo partito dopo essersi trovare a fare un comizio Fini in recent picturea Palermo in una sala semivuota.
La politica stanca, e il tema sta diventando un ritornello anche sulla stampa. Ha iniziato domenica Avvenire che ha lanciato l’”allarme” di un possibile astensionismo record. Ha proseguito il critico televisivo del Corriere della sera Aldo Grasso che ha parlato dei bassissimi livelli di audience delle Tribune politiche e dei dibattiti politici in tv. Ha proseguito oggi il quotidiano Il Foglio, il cui direttore Giuliano Ferrara è impegnato direttamente in campagna elettorale alla guida di una lista anti-aborto che rischia di sparire addirittura dalle cronache non per censura, ma per disinteresse generale: “Il voto sarà anche utile, ma la campagna elettorale è vuota”, ha titolato.

Bersani in recent photoL’analisi è impietosa: “Trionfa un piattume sonnolento che corrisponde a una carenza progettuale”, si legge nell’articolo. Il tema è tanto diventato centrale nella campagna elettorale che il candidato del Pd Walter Veltroni si è sentito in dovere questa mattina di lanciare un appello contro l’astensione: “Se ti astieni non ti lamentare se le cose non vanno in un certo modo. Le elezioni sono il momento in cui si decide”, ha detto. E ieri, un altro leader del Pd, Pier Luigi Bersani, ha invitato a dare una “scossa” alla campagna elettorale, per uscire dal torpore. Ma sulla campagna elettorale italiana in queste ore è piombata pure la primavera e il torpore, sempre più, domina.

No comments so far

We welcome comments that advance the story through relevant opinion, anecdotes, links and data. If you see a comment that you believe is irrelevant or inappropriate, you can flag it to our editors by using the report abuse links. Views expressed in the comments do not represent those of Reuters. For more information on our comment policy, see http://blogs.reuters.com/fulldisclosure/2010/09/27/toward-a-more-thoughtful-conversation-on-stories/